Benvenuti nel sito della Chiesa Cattolica di Torino

Seguici su
Facebooktwitterrssyoutubeinstagrammail

«Chiesa in uscita» sul Web: tante proposte delle parrocchie per mantenere il senso di comunità

Iniziative “a distanza” per non perdere le occasioni di preparazione alla Pasqua anche in tempo di emergenza sanitaria
Facebooktwitterpinterestmail

Pubblichiamo di seguito le puntate di un dossier a cura del settimanale diocesano «La Voce E il Tempo» dedicato alle proposte pastorali sul territorio in questo periodi di emergenza sanitaria per coronavirus.

Chiesa in uscita… ai tempi del coronavirus vuol dire anche Chiesa che sfrutta le potenzialità tecnologiche per mantenere vivo il senso della comunità, per alimentare la preghiera, per far sentire comunque uniti i fedeli e per non perdere le occasioni di preparazione alla Pasqua. Ne segnaliamo alcune e proseguiremo nei prossimi numeri (chi lo desidera può scrivere a redazione@vocetempo.it).

Tempismo perfetto per la parrocchia di Pianezza che ha rifatto il sito proprio nei giorni in cui la comunicazione non può avvalersi del passaparola. Così scrive sul nuovo www.parrocchiapianezza.it il parroco don Beppe Bagna: «Con la giornata di domenica 8 marzo 2020 inauguriamo il sito della parrocchia. Nei mesi passati avevamo pensato ad un lancio in un contesto assai diverso da quello che tutti stiamo vivendo. I nostri progetti non sempre si realizzano, anzi una situazione come quella di queste settimane ci dice che siamo fragili e basta poco per mandare in crisi le nostre certezze e per sconvolgere le abituali dinamiche relazionali e sociali. Inauguriamo il sito per dirci che siamo vicini l’un l’altro, che ci affidiamo al nostro reciproco senso di responsabilità perché insieme senza farci prendere dalla paura sconfiggeremo anche il coronavirus. Non ascoltate coloro che vi diranno che questo virus lo ha mandato Dio per punire l’immoralità e la mancanza di fede dell’umanità: questo Dio non è quello di Gesù Cristo. Preghiamo, invece, affidando al Signore malati, famiglie, operatori sanitari e non, con tutti coloro che faticano e danno il meglio per far fronte al coronavirus».

Poi ci sono le parrocchie che stanno organizzando lo streaming delle celebrazioni a porte chiuse diffuso attraverso i social come la comunità di Fiano, quelle di Nichelino (la Trinità), Rivara, San Carlo Canavese, Maria Regina della Pace e Sant’Antonio Abate a Torino.

Sul sito della parrocchia Gesù Nazareno a Torino (www.gesunazareno.it) si può partecipare ogni giorno alla Messa alle 9.30 e alla preghiera dell’ora media alle 14 e alla compieta alle 21. Sul sito è anche disponibile il video messaggio del parroco padre Ottorino Vanzaghi che spiega «come affrontare da credenti l’emergenza coronavirus».

C’è anche chi sta organizzando incontri per catechisti in «multi chat» o il Vangelo nelle case come la parrocchia Santuario Madonna della Salute. «In questi giorni dove non si possono celebrare le Messe», spiega don Franco Pairona, «abbiamo pensato di non interrompere la bella tradizione della nostra parrocchia degli incontri biblici settimanali nelle case». Così, secondo il calendario predisposto, chi si collega sul sito della parrocchia (www.chiesasalute.it) può partecipare via streaming alle meditazioni proposte da don Pairona sul tema scelto per quest’anno «le donne nel Vangelo».

Sul sito www.parrocchierivoli.it ogni giorno viene proposta una preghiera di Quaresima.

Poi ci sono parroci che scrivono riflessioni e incoraggiamenti sui profili Facebook o li diffondono via mail, e ancora chi invita comunque a scrivere intenzioni di preghiera. Altri ancora segnalano ai parrocchiani le dirette di Papa Francesco (udienze, Messa a Santa Marta) e il Seminario Maggiore trasmetterà in streaming alcuni appuntamenti che erano aperti ai giovani.

Federica BELLO (1.continua)

SECONDA PUNTATA in allegato.

TERZA PUNTATA in allegato.

QUARTA PUNTATA in allegato.

(#chiciseparera – https://chiciseparera.chiesacattolica.it )